blulu


21 commenti

COLLEZIONI DI TEMPO

A me non basta mai, è il mio cruccio ultimamente, vorrei tanto una bacchetta magica per moltiplicarlo allargarlo ampliarlo,
lui finisce sempre troppo in fretta col calare della sera, finisce sul più bello mentre ancora non ho finito affari e affanni quotidiani.
Quel tempo di  non ho tempo, manca, passa veloce,
e al contrario talvolta (spesso con la noia o con l’ amore) che non passa mai.
E come mai? questo signor tempo così diverso per ciascuno di noi viene allora misurato in ore anni e stagioni.
Perchè se vado di fretta arrivo in ritardo, e se vado con calma arrivo in tempo. E’ pure dispettoso questo  tempo ?
Domande. mi domando. come mai? e tanto altro.

Per raccontare questo e altro nasce  A-TEMPO  : Una Collezione Collettiva ideata da Effe & Cybbolo

A-TEMPO è  in espansione di collaborazioni da pochissime tempo  ore, quindi non perdete altro tempo, collaborate, leggete, commentate e diffondete…


12 commenti

ALL’IMPROVVISO IL PARADISO

http://www.flickr.com/photo_zoom.gne?id=320368718&size=s&context=set-72157594166515619« Se decidi all’ ultimo minuto di partire da Torino e dopo un’ ora e mezza ti ritrovi a salire su ripide stradine mediovali per poi sbucare in una piazzetta piena di gente dove…
in un piccolo anfiteatro, dall’ acustica perfetta, un gruppo  sta suonando jazz, i tuoi amici di Alba ti vengono incontro con un sorriso e vari bicchieri di barbera doc ed in cielo c’è una luna maliziosamente gialladorata…
ti viene, di sicuro da chiedere, al primo passante che ti pare del posto:
Signore, questo posto è il paradiso ? – *
– No, no,  sei al MonfortinJazz – »

http://www.flickr.com/photos/gr0m1t/30709250/

http://www.flickr.com/photos/97977889@N00/217905583/

Ahimè, le serate così passano veloci, ma i concerti proseguiranno sino al 27 luglio, per cui se vi capita di gironzolare nel cuore delle Langhe fateci una capatina, merita davvero. Oltretutto  prima di arrivare all’ auditorium, sugli antichi muri del centro storico sono esposti 45 ritratti di numerose star internazionali della musica fotografati da Guido Harari. Il suggestivo allestimento ‘Wall of Sound’ è in programma fino al 28 ottobre ed è illuminato anche di sera.

– nota negativa sulla serata: per la fretta ho dimenticato la macchina fotografica a casa, quindi le foto di Monforte che vedete sono  prese su Flickr
– nota buona : lo spazio tra un gruppo e l’altro è stato gestito da Feel Good dj set, e al più presto acquisterò dei loro CD

*( Citazione tratta dal film ‘Nikita’ di Luc Besson  )
(veduta di Monforte d’Alba -Cuneo- ) www


Lascia un commento

Dal podcast al Matese

Se hai voglia di creare il tuo podcast è uscito in questi giorni un manuale utilissimo per chi inizia da zero o per chi vuole migliorare. Il libro, acquistabile anche on line, si chiama: Il Tuo podcast – Edizioni FAG –
Gli autori sono Giuliano Gaia, responsabile comunicazione di una web agency e Stefania Boiano webdesigner, attualmente a Londra come curatrice dei siti web della rivista scientifica Nature.

Tra l’altro, Stefania Boiano, ha creato e cura un sito interessantissimo: Boiano.org
Il sito, partendo dalle origine matesi del cognome Bojano, contiene la storia di San Gregorio Matese, parla del brigantaggio, delle leggende, di ambiente e turismo. E parla anche dei tanti paesani che nell’Ottocento emigrarono in Argentina e negli Stati Uniti, fornendo  uno spunto concreto per la ricostruzione della genealogia di chi fu costretto a lasciare le montagne del Matese.

sito web : il tuo podcast


68 commenti

15 righe per Torino

Mentre che,
dita incrociate, sospiri, preghiere etc…

  ricordate il concorso TorinoMia organizzato dalla libreria Massena28
  che scade il 17 aprile.Trattasi di comporre in 15 righe ( o 1000 battute)
  un post che parli di Torino, la tua Torino. Per partecipare occorre :
  *Avere un blog
  *Essere abilitati a postare sul blog Massena28; richiedere la pw
   a: massena28[at]gmail.com
  *Spedire il testo entro il 17/04

Tutti i blogger partecipanti riceveranno la carta blogger della libreria massena28, che dà diritto alla connessione gratuita a Internet e a un sacco di altri vantaggi. I primi tre classificati riceveranno questi premi: al primo 50 euro in contanti e 100 in libri; al secondo 100 euro in libri; al terzo 50 euro in libri.
Saranno letti tutti i testi e distribuiti i premi a maggio, in data da definire.
www

15 righe per spiegarla al vento
vaporizzarla di fiori
carezzarle le gote ancora rosso fuoco,
camminarla per parchi e cartacce abbandonate,
tra quartieri rosei e quelli che odorano di kebab,
tra vie dipinte di materialità luccicante e quelle coi muri scrostati,
tra i bidoni traboccanti e le aiuole curate dal custode,
tra geroglifici e antenne malefiche,
padelloni sbandierati e lustrini colorati,
è vero ci sta tutta in un palmo di cuore
radioso e sgrassato tra nuove rotonde.
[ di Tango&Cioccolato, che non è neppure di Torino ]


21 commenti

Cartografie Vs Differenziata

Notevolmente amareggiata dall’ Amiat* ,
(avendo come colpa l’ abitare nell’ unico palazzetto della via, privo di  cortile o altra pertinenza condominiale,
e indi in minoranza per avere in gentile concessione un bidone marrone sotto casa, o anche a cinquecento metri)
avvolta ‘per cui’ 
da rifiuti ed effluvi organici da conservare per giorni 4 -leggesi quattro- nelle mura domestiche,
annego il dispiacere tuffandomi volentieri
nelle piacevolissime cartografie di sacripante! sette

 

*per i non sabaudi:
La raccolta ‘porta a porta’ prevede il posizionamento di piccoli cassonetti all’interno dei cortili  o nelle pertinenze condominiali. I bidoni sono di colore diverso a seconda della tipologia del rifiuto; vanno esposti fuori dai cortili, per strada, una volta alla settimana (2 per l’organico) negli orari indicati dall’ Amiat .
Ove manca lo spazio condominiale, l’ Amiat prevede il posizionamento dei bidoni sulla strada con le stesse modalità di passaggio raccolta.
(e al solito le Ordinanze per la minoranza valgono come lo zero, nonostante le numerose richieste per avere un bidone fuori strada perchè privi di cortili, androni, cantine, piazzali, garage e  giardini il ‘secco no’ è stata la risposta)


9 commenti

I topodrammi della vita…

Niente di grave, non fatevi trarre in inganno dal titolo pseudopatologico.
PlacidaSignora rovistando nelle toponomastiche italiane ha trovato una grande quantità di paesi e comuni coi nomi un tantino bizzarri,  perchè allora non comporre piccole prose utilizzandoli in lungo ed in largo? Detto fatto, Placida ha già dato il  via agl’ inviti per le creazioni con tanto di blog nominale : i Topodrammi, appunto. Fatevi un girello e se vi aggrada richiedete le chiavi per partecipare nei commenti di Placida.

* Ot : avete qualche ricetta "sicura" per sedersi sul divano dopo cena senz’ addormentarsi come un sacco di patate ??? =)


18 commenti

Lode al dado

Dado caro, m’ insapori di giorno con i tuoi brodi, nella cassetta degli attrezzi ti trovo coi chiodi, mi allieti la sera con torri pericolanti o lanci d’ azzardo e ora leggo da Zop che cerca racconti dove ci siano dadi sfrontati come protagonisti o giochi aleatori. Tirando le somme noto che ti lanci in qualsiasi campo. Ma bravo ! il mio caro Dado


Lascia un commento

Si ricomincia

Se il logorio del post odierno vi rovina l’ umore, se piove anche da voi, se avete voglia di qualcosa di diverso…. rovistate tra le cartaccie dimenticate nella zona fantasia, lucidate le tastiere ed il video con un panno umido, aprite l’ ombrello e preparatevi  all’ appuntamentoRodeo*.

Ora però riposate che dopo si gioca; tra le 15 e le 21 appuntamento qui o in caso di disservizio qui

* Se non sapete cos’è  il BlogRodeo passate da Placida che vi deluciderà per benino.